José Saramago, un ricordo

Come forse saprete, venerdì 18 giugno è morto José Saramago, grande scrittore portoghese e vincitore del premio Nobel per la Letteratura nel 1998. Mi è molto dispiaciuto non averne scritto niente prima, ma ammetto di essermi quasi subito trovato di fronte ad una difficoltà non da poco: avrei desiderato riportare un passo, una pagina di questo grande autore sul mio … Continua a leggere

"Hanno Ucciso Ulrike Meinhof", Lev

I Lev vengono da Napoli, e ho scelto di parlarvene in quanto ritengo siano una realtà interessante del panorama (sinceramente) alternativo italiano. Quello che mi ha immediatamente colpito è la modalità di distribuzione di questo lavoro, intitolato Hanno ucciso Ulrike Meinhof (se non conoscete la storia evocata dal titolo, fatevi un giretto in rete), che chiunque può liberamente scaricare dal … Continua a leggere

Benvenuti Nel Nostro Meraviglioso Paese!!/16

Rai, il dg Masi sospende Vauro: ”Annozero va riequilibrata” All’origine del provvedimento la sua vignetta: ‘Aumento delle cubature. Dei cimiteri’ giudicata ‘‘gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti e in contrasto con i doveri e la missione del servizio pubblico” (ultimo aggiornamento: 15 aprile, ore 14:30) Roma, 15 apr. (Adnkronos/Ign) – La Rai sospende Vauro. La decisione arriva direttamente … Continua a leggere

Promemoria

1) La Dignità ha un prezzo, ed è basso. Estremamente basso. Tutto aumenta, qualcosa che cali dovrà pur esserci… 2) Devo ricordarmi di approfondire i nuovi significati della parola "indecente". 3) 2009, Italia, Europa, Terra, Via Lattea, Ammasso Locale, Universo: la critica non ha diritto di cittadinanza, ma io, come un Fox Mulder dei poveri, voglio crederci. 4) Presto il … Continua a leggere

"La Colazione Dei Campioni", K. Vonnegut

La colazione dei campioni, ovvero Addio, triste lunedì, ovvero (aggiungo io) la resa dei conti di uno scrittore, giunto al traguardo dei 50 anni, con tutte le ossessioni, le storie e i personaggi che hanno popolato i suoi libri fino a quel momento. Servirebbe una grande quantità di pazienza e di tempo per elencare tutto ciò che questo libro rappresenta … Continua a leggere

"La Cantata Rossa Per Tall El Zaatar", G. Liguori, G. Stocchi, D. Stratos (1977)

[…] Ahi figlio figlio figlio che ti porto sulle braccia e che i tuoi anni mi pesano figlio come tre spade d’assenza per ferirmi il cuore figlio che t’hanno spezzato perché io più non veda la primavera del tuo sorriso figlio e dolcemente prendere forma il tessuto promesso dei giorni figlio figlio che t’hanno strappato per lasciarmi fra i nodi … Continua a leggere

"Ghiaccio-Nove", K. Vonnegut

“Che speranze ci sono per l’umanità,” pensai, “finché esistono uomini come Felix Hoenikker che danno un giocattolo come il ghiaccio-nove a dei figli miopi più o meno come quasi tutti gli uomini e le donne del mondo?” E mi ricordai del Quattordicesimo libro di Bokonon che avevo letto da cima a fondo la sera prima. Il Quattordicesimo libro si intitola: … Continua a leggere

Contro

Vorrei che per una volta fossimo in grado di mettere da parte divinità varie ed eventuali, brama di potere, di possesso, di distruzione, di violenza, la nostra infinita stupidità che gode nel far la guerra e nell’infliggere dolore; vorrei che non volassero più missili né aerei che sganciano bombe e che non succedessero più cose come queste; vorrei che si … Continua a leggere

"Madre Notte", K. Vonnegut

«In un paese civile Madre notte di Kurt Vonnegut dovrebbe essere diffuso nelle scuole al pari di Se questo è un uomo di Primo Levi. Le osservazioni sulla vita mascherate da filosofia spicciola concentrate nei romanzi di Vonnegut sono una forma di sapienza naturale che una volta tanto nega che tutto debba risalire ad un’ancestralità sorda e bestiale […] Solo … Continua a leggere