In memoria di David Foster Wallace (12/09/2008-12/09/2013)

Sono trascorsi ormai cinque anni dal suicidio di David Foster Wallace. Si può definire “amica” una persona della quale non si conosce altro che la parola scritta? I racconti, i romanzi, i saggi e i reportage giornalistici declinati in uno stile tutto personale? Mi sembra assolutamente ovvio considerare David Foster Wallace un mio amico, per quanto non lo abbia mai … Continua a leggere

"Oblio", David Foster Wallace

[…] Conosci già la differenza tra l’ammontare e la velocità di tutto quello che ti balena dentro e quella parte infinitesimale e inadeguata che riusciresti a comunicare. Come se dentro di te ci fosse questa enorme stanza piena si direbbe di tutto quello che prima o poi è presente nell’universo e invece le uniche parti che ne emergono devono in … Continua a leggere

In memoria di David Foster Wallace (12/9/2008- 12/9/2009)

Bene, e siamo arrivati a quanto ti avevo promesso facendoti un riassunto noiosissimo di quello che c’è voluto per arrivarci senza perdere la fiducia. Cioè com’è morire, che cosa succede. Giusto? È quello che vogliono sapere tutti. Anche tu, dammi retta. Che ti decida ad andare sino in fondo o meno, che io ti dissuada in qualche modo come pensi … Continua a leggere

"La Scopa Del Sistema", David Foster Wallace

Fuori, nel croccante prato marzolino, alonata dai fasci di luce che spiovono dai lampioni, tra capannelli di ragazzi in blazer blu che risalgono il vialetto rifinendosi l’alito a colpi di mentine, assapora una breve epistassi. Con questa frase si chiude il primo capitolo de La Scopa del Sistema, romanzo che segna l’esordio letterario di David Foster Wallace, datato 1987, e … Continua a leggere

"Il Rap Spiegato Ai Bianchi", D. F. Wallace e M. Costello

Dovrei forse premettere che non amo il rap, che non conosco nessun rapper di nome Schoolly D., che non avevo mai sentito parlare dei Public Enemy, degli N.W.A., nemmeno dei De La Soul (e alcuni di questi fatico ancora ad inquadrarli). Dovrei fare una lunga serie di premesse, probabilmente, e dire che ho preso questo libro solo in quanto adoro … Continua a leggere

"Infinite Jest", David Foster Wallace

Ho incrociato Infinite Jest solo dopo la morte del suo autore, David Foster Wallace, avvenuta lo scorso settembre, e mi sono già lanciato alcune decine di maledizioni assortite per essere arrivato, al solito, troppo tardi. Penso sia meglio ammettere subito che ignoravo quasi del tutto l’opera dell’autore in questione prima di quel giorno, sebbene ne conoscessi già il nome: oggi … Continua a leggere