Crea sito

Benvenuti Nel Nostro Meraviglioso Paese!!/8

Questo è il paese delle piccole e grandi Vergogne, e ormai è risaputo. Ne scelgo un paio, giusto per gradire.

Numero 1
: la commissione europea dà il via libera all’acquisizione di Alitalia da parte della C.A.I., riconoscendo nel contempo una discontinuità tra precedente e nuova gestione e definendo di conseguenza "illegale" il prestito ponte da 300 miliardi fatto dallo Stato ad Alitalia. Una questione che merita un piccolo approfondimento. A parte il fatto che Antonio Tajani si trova coinvolto nel ruolo di "commissario UE ai trasporti", quindi è come avere un infiltrato; ecco, a parte questo, l’aver definito "illegale" il prestito ponte significa fare un’ulteriore regalo a C.A.I. (che non dovrà restituire i 300 miliardi) e tirare un’ulteriore fregatura al contribuente, visto che a questo punto dovrà essere lo Stato a restituire il denaro allo Stato, cioè a… se stesso.

Accertato che i 300 milioni di euro concessi dal governo ad Alitalia nell’aprile scorso sono ”un aiuto di Stato illegittimo e incompatibile” con le norme del mercato unico, Bruxelles ha chiesto oggi all’Italia di ”adottare le misure necessarie per recuperare da Alitalia” i fondi in questione. La Commissione europea, ha poi precisato Tajani, ritiene che ”non ci sia continuita’ tra Alitalia e Cai e quindi gli aiuti ricevuti in passato non possono essere ascritti nella responsabilita’ patrimoniale della nuova compagnia”.

Allora certe domande tornano valide: perchè non abbiamo venduto prima Alitalia ad AirFrance, che si prendeva onori ed oneri (e quindi anche i debiti), computava un minor numero di esuberi e quant’altro? Perchè, in nome di una generica e tutta da provare "italianità" abbiamo dovuto vendere Alitalia ai soliti noti, con l’unico risultato di scontentare più o meno tutti, aumentare il numero degli esuberi e beccarci pure i debiti della precedente compagnia? Tutto questo accompagnato dal solito "scarica-barile" in salsa italiana, con tutti a negare le proprie colpe addossandole ad altri che periodicamente le negano a loro volta (vogliamo parlare delle responsabilità politiche dietro il crac alitalia?); con la comparsa dell’emendamento salva-manager (che compare, scompare e riappare: magia!) e quant’altro. Alla fine, pagano i cittadini, e se continua così ci dovremo fare l’abitudine.

Numero 2: è arrivata la sentenza sulla mattanza della Diaz. Che dire? Evidentemente tutti quei discorsi sul mondo militare, nel quale si rispettano le gerarchie, gli ordini e via fuffa a non finire sono proprio quello che si pensava fossero, e cioè… fuffa. A quanto pare "i sottoposti" (che si sono beccati le condanne) hanno agito di propria sponte, senza ricevere ordini dall’alto: naturale, ovvio, come poteva essere altrimenti? Diciamo piuttosto che i vertici della polizia sono stati coperti, ed ovviamente coperti dal Parlamento, che in sette anni e quattro mesi (tanto è durato il processo, tanto è trascorso da quei giorni) non è "riuscito" a dare il via libera ad una Commissione d’inchiesta (per approfondire, leggasi anche qui). E’ ben evidente quanto queste condanne siano importanti, ma per arrivare davvero alle responsabilità occorrerebbe questa benedetta commissione d’inchiesta: ce la faranno?
Io dico di no. D’altronde questa gente (in ogni schieramento politico) ha una sua idea molto molto personale di libertà: oggi ho letto con piacere l’editoriale di Concita De Gregorio, direttrice de "L’Unità", e posso dire di concordare completamente. Ecco, a volte a me questa gente fa proprio un pò pena, anzi, proprio tanta. Dopodichè, ritorna la sensazione di schifo.

Alla prossima puntata (ce ne saranno altre, non dubitate).

3 Risposte a “Benvenuti Nel Nostro Meraviglioso Paese!!/8”

  1. Ciao, volevo informare tutti che hanno nuovamnete riproposto la legge blocca-blog la quale ci potrebbe far chiudere tutti. Attualmente è in esame in Parlamento. Notizia da diffondere.

  2. Ciao! Grazie per aver ricordato questa cosa, ne avevo già parlato qui e avevo linkato anche la petizione online contro questo decreto (qui).

    Diffondiamo, diffondiamo, diffondiamo!

    Ciao! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *