Crea sito

Esce "Il Perfezionamento Dello Spreco", nostro secondo album

Il Perfezionamento Dello Spreco“Il Perfezionamento Dello Spreco” rappresenta il coronamento di mesi di lavoro e fatica, impegno e passione. Giunge a quasi un anno dal suo predecessore, “Agosto”: con il nostro primo lavoro condivide una certa urgenza comunicativa, e la voglia e la necessità di superare alcuni limiti (auto)imposti, sfidando direttamente la musica e chi la ascolta. Ma questo secondo album è anche qualcosa di più, ci siamo sforzati di superare il nostro punto di partenza: non è che una tappa in un percorso che, speriamo, condurrà anche al suo stesso superamento, alla ricerca di una fusione ancora migliore, ancora più ricca, ancora più avvolgente. Fusione di suoni, timbri, sonorità, parole, rumori, una complessa commistione di istinti e suggestioni diversissimi tra loro: questo è per noi “Il Perfezionamento Dello Spreco”. Ed è anche, ovvio, un disco profondamente politico, che recupera l’idea di un’Arte che sappia dialogare col reale, mostrandone e condannandone le distorsioni e le storture, indicando nuove vie, nuovi orizzonti, svolgendo la fondamentale funzione che Stendahl attribuiva alla bellezza, quella cioè di essere “promessa di felicità”. Nel nostro piccolo, questo è stato il tentativo. “Il Perfezionamento Dello Spreco” però non sarebbe stato lo stesso disco che è senza l’opera di Marcuse, senza le poesie di Bukowski e Majakovskij (ancora lui, dopo “Viola E Un Poco Nervosamente”), senza Mirò, Cage e tanti altri ancora, ma soprattutto senza Chris Jordan, che ci ha concesso l’uso di una sua foto per la copertina dell’album: la fotografia di Chris Jordan si sposa alla perfezione con l’idea del mondo che ci premeva dare attraverso questo lavoro, un mondo ed una società che fanno del perfezionamento dello spreco il mezzo per mantenere il dominio sull’uomo. L’opera di Chris Jordan parla delle contraddizioni del sistema capitalistico e del consumismo nel quale quotidianamente viviamo, mostrandoci i resti, i rifiuti delle nostre società, lo “spreco” del quale tutti ci rendiamo partecipi, come se il perfezionamento di questo spreco fosse l’unico fine che muove il nostro agire Quindi, un grazie speciale va a Chris Jordan e al suo collaboratore Mike Lengel, senza il cui aiuto mai saremmo riusciti ad ottenere questo stesso risultato.

Abbiamo deciso, magari un po’ controcorrente, di dare a questo album un packaging insolito: non la solita custodia rigida, quindi, ma una semplice bustina trasparente. Come ci hanno insegnato i Radiohead all’uscita del loro ultimo “In Rainbows”, possiamo sempre riciclare una vecchia custodia che abbiamo in casa, se ci preme davvero tanto tenere il cd all’interno di un case un po’ più “consueto”, quindi perché far girare per il mondo altra plastica? Ora qualcuno domanderà: quindi le bustine che avete scelto sono ecologiche e biodegradabili? Boh. Non dimenticate che questa resta un’autoproduzione, si può solo dire che abbiamo fatto del nostro meglio, sperando che nessuno di voi getti via la bustina per terra o in acqua o chissà dove e si premuri, nel caso non ne abbia più bisogno, di gettarla dove dovuto. Accanto a questo packaging un po’ particolare, avevamo preannunciato un disco in due “versioni”: allora, “Il Perfezionamento Dello Spreco” esce sotto forma di semplice CD ma anche, in edizione limitata (al momento attorno alle 40 copie), in versione CD+DVD. Il DVD de “Il Perfezionamento Dello Spreco” contiene tre video che abbiamo realizzato come commento visivo per tre dei brani contenuti nel cd, video che potrete vedere da oggi anche sul nostro canale YouTube e sul nostro MySpace, spazi nati apposta per promuovere questi filmati. Come ben sapete, obiettivo del laboratorio è anche (e forse soprattutto) quello di fondere e mescolare suggestioni, idee e media diversi tra loro, quindi la realizzazione dei video (e del DVD) coincide perfettamente con quel bisogno di multimedialità su cui tutta la nostra esperienza si fonda, nella ricerca di altre vie d’accesso al cervello di chi guarda.

Ce n’è (più o meno) per tutti i gusti, come avrete capito, ma chi già ci conosce sa che sarebbe del tutto inutile augurarsi un disco “facile”: non mentirò promettendolo. Probabilmente qualcuno resterà spiazzato, qualcuno non capirà, qualcuno si farà una grassa risata, ma forse questo lavoro, per citare Nietzsche, richiede, per esser compreso ed assimilato fino in fondo, una capacità che l’uomo moderno sembra aver perduto, quella di “ruminare”: prendetevi il vostro tempo, e “ruminate” sul nostro album. Se riuscirete a farlo, se vorrete farlo, per noi sarà già un onore ed un successo. Buon ascolto, buona visione!

2 Risposte a “Esce "Il Perfezionamento Dello Spreco", nostro secondo album”

  1. Caro Hias, complimenti! Vado subito su Youtube ad approfondire il Perfezionamento dell spreco… :-))

    Ciaooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *