"Agora" (Alejandro Amenábar, 2008)

Partiamo da un semplice dato di fatto, che comunque niente toglie al fondo di verità che quest’opera contiene, come le alterne vicissitudini della sua distribuzione (si dice, ma non fatico a crederci, avversata dalle Gerarchie ecclesiastiche: ricordate? Ne avevamo già parlato qui), per la quale si sono dovuti mobilitare quotidiani (come La Stampa) e popolo della rete (vedi Facebook), dimostrano … Continua a leggere

A futura memoria

Perchè non si dimentichi niente di questi anni bui di psiconani, leccapiedi, ballerine e preti. Io mi vergogno di essere italiano: e voi? Qui e qui (guardate specialmente la foto, perchè la fonte dell’articolo è tutt’altro che autorevole, per usare un eufemismo: io vedendola mi sono vergognato e mi sono sentito offeso come essere umano) Mi verrebbe da chiedere scusa … Continua a leggere