The Queen is Dead- 30th Anniversary Tribute out now on MelaVerde Records

Artwork per The Queen is Dead- 30th Anniversary TributeDue parole veloci sono d’uopo.
MelaVerde Records è nata una sera di Luglio dello scorso anno, durante lo Spazio Kaos nel nostro minuscolo paesino, Casalguidi: l’idea di una rete di musicisti, un’etichetta che riunisse i gruppi occupandosi della promozione e distribuzione di musica e, al contempo, dell’organizzazione di eventi live. Un piccolo sogno annaffiato con ampie bicchierate di succo di frutta alla mela verde, quello inspiegabilmente meno venduto nel piccolo bar del Kaos. Ci sono voluti mesi per trasformare l’idea, dapprima vaga, in un progetto definito, conferendogli una dimensione e uno scopo, e armandolo di un primo passaggio: il passo d’inizio. L’idea del disco tributo a The Queen is Dead, capolavoro degli Smiths, c’è venuta fuori per caso all’inizio di quest’anno, ma abbiamo immediatamente intuito che ne sarebbe valsa la pena: sono stati mesi di impegno e fatica, e scorni di ogni genere, il tutto alleggerito dall’entusiasmo di tutti i partecipanti, sia coloro che oggi figurano nella line-up del disco, sia coloro che, per un motivo o per l’altro, non ce l’hanno fatta, ma hanno condiviso con MelaVerde un pezzo di tragitto tra i marosi e le tempeste. E così il 16 giugno di quest’anno, a trent’anni esatti dalla pubblicazione dell’album originale, il nostro tributo ha visto la luce. Ora, questo vorrebbe essere un post di ringraziamento per tutti coloro che, con il proprio impegno, hanno reso possibile raggiungere questo risultato: quindi un grazie a Stefano, che è stato il nostro primo riferimento nell’organizzazione della cosa in quanto indubbiamente più esperto di noialtri (quelli del Bang! Fusion Bar ancora ci odiano per esserci accampati da loro un’intera mattinata, temo); un grazie grosso come una casa a La Came per la favolosa illustrazione di copertina, un altro tassello che ha reso speciale questa pubblicazione e che speriamo possa diventare una costante del progetto MelaVerde; un grazie a Matteo Gandini che si è occupato con infinita pazienza del master di queste 10 tracce, così eterogenee; un grazie a tutte le band coinvolte, che hanno dato il meglio nel rileggere le tracce dell’album di Morrissey, Marr e soci: ci sono i misteriosi Wellington & The Daffodils, i TeRa, Phomea, Syilvia, i delay_house, mangiacassette, i Walking the Cow, i Werner e Atterraggio Alieno. E poi, ovviamente, c’è anche il nostro piccolo laboratorio, accreditato come eoslab: e qui ci vuole un ringraziamento speciale alla nuova arrivata, Francesca, che c’ha messo decisamente del suo (tra virgolette: restate connessi perché a breve ci saranno novità). Infine ringrazio Fabione, mio compare in questa come in molte altre avventure: si naviga a vista, però ci si diverte.
E adesso, per voi tutti, qui sotto c’è lo streaming del disco via bandcamp ufficiale di
MelaVerde Records: ascoltatelo con attenzione, e scaricatelo. Ah, ovviamente è FREE DOWNLOAD.
Buon ascolto a voi, e buon proseguimento alla nostra neonata
MelaVerde Records.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*